Sottoprogetto Prevenzione e controllo di agenti patogeni multiresistenti

Il sottoprogetto «Prevenzione e controllo di agenti patogeni multiresistenti» (Gestione di epidemie) è stato avviato nell’aprile 2017 e, da luglio 2018, è diretto dalla dott. Danielle Vuichard Gysin.

L’obiettivo di questo sottoprogetto è l’elaborazione di direttive nazionali basate sull’evidenza per l’analisi e la lotta nel caso di epidemie nosocomiali con agenti patogeni multiresistenti epidemiologicamente rilevanti, così come l’allestimento di raccomandazioni armonizzate tese a impedire la trasmissione di  agenti patogeni multiresistenti in ambiti endemici.

Le raccomandazioni scritte sono suddivise in tre ambiti tematici.

Parte I – Misure generali per l’analisi di epidemie nosocomiali
Queste raccomandazioni descrivono i presupposti per il riconoscimento, il procedimento sistematico e le competenze in caso di (incombente) evento epidemico nosocomiale. Esse fungono da complemento alle raccomandazioni interne già esistenti sull’igiene ospedaliera di ogni istituzione sanitaria (in particolare ospedali acuti e cliniche di riabilitazione).

Parte II – Raccomandazioni specifiche sul modo di procedere in caso di epidemie nosocomiali con cosiddetti MDRO (multi-drug resistant organisms)
Questa parte delle direttive descrive in modo esauriente le misure concrete e i passi da attuare nel caso di una manifestazione e che esulano dalle misure in ambito endemico.
In particolare, queste raccomandazioni illustrano p. es. l’intensificazione delle misure di isolamento, il coortaggio, lo screening attivo, la marcatura di pazienti, la decontaminazione ambientale, lo screening ambientale e le misure di decolonizzazione.  

Parte III – Descrizione delle misure di prevenzione più importanti in relazione agli MDRO
Delle raccomandazioni specifiche concernenti la prevenzione e il controllo di singoli MDRO in ambito nosocomiale sono previste e si concentreranno limitatamente sui seguenti microorganismi:

  • stafilococco aureo resistente alla meticillina (MRSA)
  • enterococco resistente alla vancomicina (VRE)
  • enterobatteri produttori di carbapenemasi (CPE)
  • enterobatteri con beta-lattamasi a spettro esteso (ESBL)

Sulla base dei risultati del sondaggio online sul tema «screening dei portatori di batteri multiresistenti all’ammissione», condotto a inizio 2018, queste raccomandazioni sono incentrate sul riconoscimento di pazienti portatori di batteri multiresistenti.

Inoltre, in relazione a misure concrete per le quali sussiste una minore evidenza scientifica, si vuole appurare l’opinione degli esperti di Swissnoso nell’ambito di un questionario standardizzato. L’intenzione è di elaborare una direttiva basata sull’evidenza e completata dalle raccomandazioni degli esperti di Swissnoso.

    Elaborazione delle raccomandazioni

    Le raccomandazioni vengono elaborate dal gruppo di progetto. La procedura di consultazione delle bozze da parte degli attori è prevista per tra gennaio e aprile 2019. Le raccomandazioni definitive saranno presumibilmente pubblicate alla metà del 2019.

    Contatti: dott. Danielle Vuichard-Gysin

     

    Sottoprogetto Linee guida per la prescrizione

    Sottoprogetto Antibiotic Stewardship Programs (ASP)