Il modulo

Le infezioni del sito chirurgico – inglese: surgical site infections – (SSI) prolungano la degenza e accrescono la mortalità secondaria a interventi chirurgici. La sorveglianza epidemiologica è quindi un elemento chiave nella lotta per prevenire, controllare e debellare le ISC.

Oltre un quarto delle infezioni associate all’assistenza sanitaria sono costituite da infezioni del sito chirurgico. Si calcola che in Svizzera una percentuale compresa tra l’1% e piú del 20% dei pazienti chirurgici – in funzione del tipo di intervento – sviluppi un’ISC. Le ISC prolungano la degenza, fanno lievitare i costi e, nella peggiore delle ipotesi, aumentano la mortalità. Per l’insorgenza delle ISC hanno un ruolo decisivo alcuni fattori legati al paziente e all’operazione, ma nonostante tutto una parte di queste infezioni si può prevenire. Tra le misure preventive svolge un ruolo importante la sorveglianza. Negli ultimi decenni sia in Europa che negli Stati Uniti sono stati definiti dei sistemi nazionali di sorveglianza. Dal 2009, Swissnoso rileva e controlla lo sviluppo delle ISC in collaborazione con l’Associazione nazionale per lo sviluppo della qualità in ospedali e cliniche ANQ. Ciò nell’ambito del contratto nazionale di qualità. La partecipazione è obbligatoria per tutti gli ospedali che hanno aderito al contratto nazionale di qualità. I dati della sorveglianza consentono a ciascun ospedale di confrontarsi con le altre strutture partecipanti.

Perché è indispensabile una sorveglianza?

In tutte le raccomandazioni internazionali la sorveglianza è considerata come un importante elemento strategico per combattere le ISC. Ricevendo periodicamente i risultati della sorveglianza, gli ospedali e le cliniche hanno a disposizione dati utili per il controllo qualità. In questo modo si possono mettere in luce anche le differenze tra gli istituti. Le misure preventive possono essere corrette o migliorate.
In ambito politico, i programmi di sorveglianza sono visti sempre piú come indicatore della qualità delle cure. Sono riconosciuti dalle autorità sanitarie, dalle organizzazioni di pazienti e dalle compagnie di assicurazione.

Quali sono gli obiettivi del modulo?

Il modulo è destinato alla sorveglianza attiva e prospettica delle ISC. In questo modo gli specialisti e i prestatori di servizi dispongono di uno strumento per misurare un’importante caratteristica della qualità del trattamento chirurgico. La metodica è riconosciuta a livello internazionale. Sulla base dei riscontri sui dati raccolti, i tassi di infezione in Svizzera sono destinati a diminuire attraverso l’adozione di idonee misure.

Che cosa riguarda il modulo?

Metodo

Si applica un metodo consolidato sul piano internazionale, che si fonda sui principi del National Healthcare Safety Network NHSN. I dati relativi ai pazienti, agli interventi e alle infezioni vengono acquisiti tramite un questionario standardizzato e inseriti in un database online. Il decorso clinico durante la degenza e dopo le dimissioni viene seguito in modo attivo e sistematico tramite uno studio dettagliato della documentazione clinica e un'intervista telefonica standardizzata. Il periodo di osservazione è di 30 giorni o 12 mesi a seconda che l’intervento preveda o non preveda l’impianto di corpi estranei. In caso di sospetta infezione sulla base dell’intervista telefonica e di riospedalizzazione in un’altra struttura si prende contatto con il medico curante. I casi di infezione sono oggetto di discussioni sistematiche con un supervisore medico indipendente, esterno al dipartimento. La diagnosi di infezione viene formulata sulla base dei criteri internazionali dei CDC, che differenziano tra infezioni superficiali o profonde nella sede di incisione e infezioni che coinvolgono organi o cavità. Le persone incaricate del rilevamento imparano il metodo nel corso di formazione obbligatorio. I processi di sorveglianza sono descritti nel manuale per i partecipanti, che contiene anche documenti di consultazione.

Acquisizione dei dati

I dati vengono inseriti tramite la piattaforma protetta di Swissnoso, che è ospitata da Swiss RDL – Medical Registries and Data Linkage dell’Istituto universitario di medicina sociale e preventiva di Berna. Swissnoso concede il diritto di accesso alle persone preposte alla sorveglianza.

Interventi chirurgici oggetto di acquisizione dei dati

Il modulo monitora numerosi tipi di intervento chirurgico attinenti alle discipline chirurgia addominale, ginecologia, ortopedia, cardiochirurgia e chirurgia vertebrale. Gli interventi chirurgici inclusi vengono definiti secondo la classificazione svizzera degli interventi chirurgici CHOP, versione 2017. Gli ospedali e le cliniche partecipanti s’impegnano a monitorare almeno tre tipi di intervento chirurgico. All’inizio del periodo di rilevamento l’ospedale può decidere di modificare gli interventi da monitorare. Il rilevamento dura 12 mesi, da ottobre a settembre dell’anno successivo.

Tipi di intervento obbligatori

  • Dall’elenco degli interventi si possono scegliere a piacere tre tipi di intervento chirurgico.
  • La sorveglianza della chirurgia del colon è obbligatoria negli ospedali che praticano tali interventi.
  • Oltre ai tre tipi di intervento chirurgico scelti, è richiesto dall’ANQ il rilevamento delle appendicectomie (asportazione dell’intestino cieco) nei bambini e giovani al di sotto dei 16 anni di età – a prescindere dal tipo o dal mandato della struttura sanitaria.

Trasmissione dei risultati

Swissnoso trasmette periodicamente i risultati sotto forma di rapporto individuale che consente un confronto anonimizzato con altri ospedali e cliniche. I risultati presentati sono aggiustati sulla base di un indice, che tiene conto di fattori di rischio specifici per il singolo paziente. L’indice si applica allo scopo di ridurre l’effetto di differenze nel case mix. Il rapporto contiene anche indicazioni per l’identificazione di approcci migliorativi. I rapporti possono essere scaricati ogni anno a febbraio dalla piattaforma Swissnoso previo accesso protetto da password.

Pubblicazione annuale

Oltre ai rapporti individuali, Swissnoso pubblica, in collaborazione con l’ANQ, un rapporto comparativo nazionale per il corrispondente periodo di rilevamento. L’ANQ pubblica in modo trasparente le percentuali di ISC rettificate in funzione del rischio per ospedale/clinica.

Per l’inserimento dei dati

Sistemi internazionali di sorveglianza

KISS Sorveglianza delle infezioni nosocomiali, Germania

PREZIES Sorveglianza in Olanda – Network delle infezioni nosocomiali

HELICS Hospital In Europe Link for Infection Control through Surveillance

ISO-RAISIN Institut de Veille Sanitaire (INS), Réseau d'alerte, d'investigation et de surveillance des infections nosocomiales, France

NNIS National nosocomial infections Surveillance System

Raccomandazioni internazionali

CDC Guideline for Prevention of Surgical Site Infection, Centers for Disease Control and Prevention, 1999

SHEA Strategies to Prevent Surgical Site Infections in Acute Care Hospitals, 2014 Update

NICE Guideline for Surgical site infections: prevention and treatment, 2008, National Institute for Health and Care Excellence, Evidence Update 2013

IDSA Infectious Diseases of America (IDSA), 2008