Eventi attuali

Focolai di VRE negli ospedali svizzeri – raccomandazioni nazionali e cifre attuali

Su mandato dell’Ufficio federale della sanità pubblica, nel luglio 2018 Swissnoso ha avviato un’indagine epidemiologica e ha elaborato raccomandazioni nazionali per contrastare la diffusione di enterococchi resistenti alla vancomicina [-> altro].

 

Una sfida connessa all’implementazione di queste misure è costituita dall’identificazione e dai successivi esami selettivi di ricerca tramite tamponi in pazienti con brevi degenze in ospedali nei quali dei focolai di VRE si sono manifestati negli ultimi mesi.

 

Le cifre attuali in Svizzera

In stretta collaborazione con il Centro svizzero per la resistenza agli antibiotici (www.anresis.ch), Swissnoso si impegna a mettere a disposizione di tutte le specialiste e tutti gli specialisti, così come dei responsabili della prevenzione e del controllo delle infezioni presso le istituzioni sanitarie, dati aggiornati a scadenze trimestrali sui nuovi casi di VRE nei singoli cantoni.

 

L’enumerazione dei casi di VRE per i singoli ospedali non è possibile ai sensi della legge sulla protezione dei dati. La consultazione di questa banca dati offre una panoramica sulla situazione attuale in Svizzera e intende contribuire all’individuazione di “hotspot” di VRE a livello cantonale. Questo permette di reagire in modo  sensibile in caso di  pazienti con degenze ospedaliere in cantoni con un numero maggiore o crescente di casi di VRE permettendo,, se del caso, di avviare rapidamente le necessarie misure preventive, incluso l’esame dei tamponi  dei pazienti a rischio.

 

In relazione all’interpretazione di questi dati, desideriamo evidenziare quanto segue.

  1. Originariamente, anresis.ch è stato sviluppato ai fini della sorveglianza continua delle tendenze di resistenze agli antibiotici in campioni clinici e non per permettere l’individuazione di focolai nosocomiali.
  2. Sebbene nel 2017 anresis.ch coprisse oltre il 75% dei giorni di ospedalizzazione annuali, a fronte della partecipazione volontaria dei laboratori, singoli ospedali non sono inclusi (v. carta).
  3. I dati vengono forniti ad anresis.ch a scadenze settimanali o mensili, il che comporta un determinato ritardo nel loro aggiornamento. Problemi tecnici di singoli laboratori o difficoltà informatiche interne all’istituzione possono essere all’origine di ritardi ulteriori.
  4. I campioni clinici vengono attribuiti al cantone dell’ospedale fornitore (e non alla sede del laboratorio).
  5. I duplicati sono esclusi dall’analisi. Se tuttavia un paziente è oggetto di trattamento medico in un altro cantone, un nuovo campione clinico del medesimo paziente non viene considerato quale duplicato.
  6. Un numero crescente di casi di VRE in singoli ospedali può anche essere connesso a all’intensificazione degli screening di ammissione di pazienti a rischio elevato (p. es. i cantoni di Ginevra e Vallese) o a un aumento di casi sporadici e non rappresenta necessariamente un focolaio di VRE. Queste cifre non si prestano perciò neppure al raffronto tra cantoni.
  7. Gli screening vengono distinti dai campioni clinici in base al luogo di prelievo e sono definiti come: tampone anale/pelle/mucosa intatta o campione fecale.

- > qui sono rappresentate le cifre attuali

-> Kommentar Kanton Wallis/ Commentaire canton du Valais

Possibilità di commentare i dati del proprio cantone

Consapevoli delle limitazioni menzionate in precedenza, è nostro desiderio offrirvi l’opportunità di commentare i vostri dati. Avete qui la possibilità di comunicare modifiche a breve termine, in particolare gli aumenti di casi di VRE o di possibili cluster non ancora registrati da anresis.ch. Provvederemo ad aggiornare di conseguenza il grafico.

Contatti