Il rilevamento della prevalenza puntuale

Rilevamento della prevalenza puntuale delle infezioni correlate all’assistenza e l’uso di antibiotici negli ospedali per casi acuti della Svizzera: di che cosa si tratta?

Quale è lo scopo del rilevamento?

Ogni anno, circa 70 000 pazienti degli ospedali svizzeri contraggono un’infezione correlata all’assistenza (ICA). È possibile evitare fino al 50% di tali infezioni grazie a misure di sorveglianza e a provvedimenti tesi alla prevenzione e al controllo delle infezioni. Il Consiglio federale ha riconosciuto la necessità di intervenire nel campo della prevenzione delle ICA, inserendo la lotta contro le ICA tra le priorità della sua strategia globale «Sanità 2020». L’Ufficio federale della sanità pubblica ha lanciato la «Strategia nazionale per la sorveglianza, la prevenzione e la lotta contro le infezioni nosocomiali» strategia NOSO, il cui obiettivo globale mira a ridurre il numero delle ICA e a impedire la diffusione di agen-ti potenzialmente pericolosi nelle cure stazionarie. Un elemento centrale della strategia consiste nella valutazione dell’ampiezza delle ICA in Svizzera. Il rilevamento della prevalenza delle ICA rappresenta il metodo piú semplice per procedere a tale valutazione. Per questa ragione, il rilevamento della prevalenza puntuale 2017 e sostenuto finanziariamente dall'Ufficio federale della sanità pubblica nell'ambito della strategia NOSO.

Il rilevamenti della prevalenza vantano una lunga tradizione nell’igiene ospedaliera e nella prevenzione delle ICA. I vantaggi dei programmi tesi alla prevenzione e al controllo delle infezioni sono stati attesta-ti da ripetuti rilevamenti delle prevalenza puntuale dello statunitense «Study on the Efficacy of Noso-comial Infection Control» (SENIC). Già nel 1981, un gruppo di esperti dell’OMS aveva raccomandato l’esecuzione di rilevamenti nazionali al fine di meglio valutare l’estensione globale delle ICA. Sebbene allora l’attenzione alla raccomandazione si fosse rivelata generalmente scarsa, negli anni successivi il rilevamento della prevalenza delle ICA si diffuse in un numero crescente di paesi, per l’ultima volta nel 2004. Questo strumento di valutazione del peso delle ICA negli ospedali per casi acuti finí gradualmente nell’oblio, per poi tornare d’attualità nel 2011-2012, quando l’europeo ECDC e l’americano CDC diede-ro vita a vasti rilevamenti della prevalenza puntuale. Entrambi gli studi evidenziarono, sia per i paesi dell’Unione Europea, sia per gli Stati Uniti, una prevalenza pari al 4-6%. Attualmente (2016-2017), l’ECDC sta conducendo il suo secondo rilevamento della prevalenza puntuale delle ICA e sul ricorso agli antibiotici nei paesi dell’Unione Europea e dello Spazio economico europeo, come pure in quelli in via di adesione. Il fatto che la Svizzera proceda a un rilevamento contemporaneo della prevalenza puntuale offre al nostro paese l’opportunità unica di poter confrontare i propri dati con quelli di altri paesi europei.

Quali sono gli obiettivi del rilevamento?

  • Stima dell’estensione delle ICA e dell’uso di antibiotici negli ospedali per casi acuti della Svizzera.
  • Caratterizzazione delle e dei pazienti, delle procedure invasive, delle infezioni (luoghi di infezio-ne, marker di resistenza ai microorganismi inclusi gli antibiotici), nonché degli antibiotici utilizzati (sostanze, indicazioni).
  • Rappresentazione degli aspetti generali delle strutture chiave e delle procedure tese alla prevenzione delle ICA e della resistenza agli antibiotici.
  • Confronto dei dati svizzeri con quelli degli altri paesi europei.

Quali ospedali possono partecipare?

Swissnoso invita alla partecipazione putti gli ospedali per casi acuti della Svizzera. Sono esclusi i centri di pronto soccorso (tranne con periodi di degenza superiori a 24 ore), come pure le e i pazienti di reparti psichiatrici, di riabilitazione e di tutte le altre strutture di cure a lungo termine.

Come si svolge questo rilevamento?

Metodo

Per essere in grado di paragonare la situazione svizzera alle condizioni negli altri paesi d’Europa, ai fini del rilevamento della prevalenza la Svizzera ha adottato il protocollo dell’ECDC. Nelle versioni italiana, tedesca e francese sono stati adeguati alle esigenze specifiche della Svizzera.

Rilevamento dei dati

Gli ospedali sono pregati di rilevare i dati sulla prevalenza tra aprile e giugno. I dati devono essere rilevati e registrati nel medesimo giorno per ogni singola stazione/reparto. L’intervallo temporale totale per il rilevamento dei dati di tutti i reparti di ogni ospedale non deve superare le due settimane.

La composizione delle squadre di rilevamento dei dati può variare da ospedale a ospedale. Si consiglia di affidare il rilevamento del dati al personale addetto alla prevenzione e al controllo delle infezioni (PCI). I dati non dovrebbero essere rilevati dal personale addetto all’assistenza delle e dei pazienti; questo personale può tuttavia aiutare le squadre PCI in caso di necessità.

Immissione/trasferimento dei dati

Per immettere i suoi dati nella banca dati elettronica, ogni ospedale è tenuto a registrarsi nel portale PPS CH. È secondo noi consigliabile che due membri della squadra PCI locale eseguano la registrazione assieme. Il centro di coordinamento verifica le richieste di registrazione, assegna il relativo codice e ammette l’ospedale richiedente, che ne riceve conferma per e-mail.

Dopo la compilazione dei moduli cartacei e la conferma da parte del centro di coordinamento, i dati rilevati possono essere immessi nella banca dati elettronica. A tale scopo vanno utilizzati il nome utente e la password assegnati dal centro di coordinamento.

Feedback agli ospedali

Ogni ospedale i cui dati completi sono stati immessi con successo nella banca dati elettronica può ottenere in qualsiasi momento un feedback individuale attraverso la funzione «Valutazione» del portale PPS CH. Non appena i dati di tutta la Svizzera saranno disponibili, saranno depositati in gruppi anonimizzati nella piattaforma PPS CH.