Il rilevamento della prevalenza puntuale

Rilevamento della prevalenza puntuale delle infezioni correlate all’assistenza e l’uso di antibiotici negli ospedali per casi acuti della Svizzera: di che cosa si tratta?

Quale è lo scopo del rilevamento?

Ogni anno, molti pazienti degli ospedali svizzeri contraggono un’infezione correlata all’assistenza (ICA). Fino al 50% delle ICA potrebbe essere evitato grazie a misure di sorveglianza e prevenzione. Il Consiglio federale ha riconosciuto la necessità di intervenire nel campo della prevenzione delle ICA e ha posto la lotta contro le ICA tra le priorità della sua strategia globale "Salute2020". L’Ufficio federale della sanità pubblica ha lanciato la «Strategia nazionale per la sorveglianza, la prevenzione e la lotta contro le infezioni nosocomiali» strategia NOSO. L'obiettivo globale della strategia è ridurre il numero delle ICA e impedire la diffusione di agenti potenzialmente pericolosi nelle cure stazionarie. Un elemento centrale della strategia è la valutazione dell'entità delle ICA in Svizzera. Il rilevamento della prevalenza puntuale è il metodo più semplice per effettuare tale valutazione.

Il rilevamento della prevalenza puntuale ha una lunga tradizione nell'igiene ospedaliera e nella prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza. Già nel 1981, un gruppo di esperti dell'OMS aveva raccomandato di condurre rilevamenti nazionali per valutare l'estensione globale delle infezioni correlate all’assistenza. Anche se inizialmente la raccomandazione ha ricevuto scarsa attenzione, sempre più paesi hanno effettuato negli anni successivi indagini sulla prevalenza delle infezioni correlate all’assistenza.

PPS 2017

Nel 2016 e nel 2017 l'ECDC ha condotto il suo secondo rilevamento puntuale sulla prevalenza delle infezioni correlate all’assistenza e l’uso di antibiotici nei paesi dell'Unione europea e dello Spazio economico europeo, nonché nei paesi in via di adesione. Contemporaneamente, tra aprile e maggio 2017 la Svizzera ha condotto un rilevamento nazionale (CH-PPS) sullo stesso argomento e con lo stesso protocollo. Un numero notevole di  ospedali svizzeri (96) ha partecipato al rilevamento, raccogliendo i dati di circa 13'000 pazienti. La prevalenza identificata di ICA è stata del 5,9%, posizionando la Svizzera sulla media europea.

Quali sono gli obiettivi del rilevamento?

  • Stima dell’entità delle ICA e dell’uso di antibiotici negli ospedali svizzeri per le cure acute.
  • Caratterizzazione delle e dei pazienti, delle procedure invasive, delle infezioni (luoghi di infezio-ne, marker di resistenza ai microorganismi inclusi gli antibiotici), nonché degli antibiotici utilizzati (sostanze, indicazioni).
  • Analisi delle strategie per evitare le infezioni correlate all’assistenza (misurazione di indicatori organizzativi e strutturali).

Con quale frequenza viene effettuato il rilevamento sulla prevalenza puntuale?

Nel 2017 ha avuto luogo il primo rilevamento puntuale della prevalenza (CH-PPS) delle infezioni correlate all’assistenza e dell'uso di antibiotici (AU) negli ospedali svizzeri per casi acuti.

Nel 2018 e nel 2019, gli ospedali per casi acuti interessati hanno avuto la possibilità di utilizzare la piattaforma CH-PPS per il rilevamento annuale sulla prevalenza puntuale. Ciò è stato possibile grazie al sostegno finanziario dell'Ufficio federale della sanità pubblica. Le misurazioni annuali consentono agli ospedali di registrare le infezioni correlate all’assistenza in forma standardizzata e di confrontarsi con altri ospedali.

Il prossimo rilevamento su questo tema verrà effettuato negli ospedali svizzeri di cure acute nel 2020. La ripetizione del rilevamento dopo tre anni è un buon metodo per valutare l'evoluzione delle infezioni correlate all’assistenza a livello nazionale.

Quali ospedali possono partecipare?

Swissnoso invita tutti gli ospedali svizzeri per cure acute a partecipare. Sono esclusi i pazienti in pronto soccorso (ad eccezione dei soggiorni superiori alle 24 ore), i reparti psichiatrici, i reparti di riabilitazione e tutte le altre strutture di assistenza a lungo termine. Se desideri registrare il tuo ospedale per partecipare al rilevamento sulla prevalenza puntuale, invia un'e-mail a pps@swissnoso.ch.

Come si svolge questo rilevamento?

Metodo

Per garantire la comparabilità internazionale la Svizzera ha adottato il protocollo dell’ECDC. In Svizzera i protocolli sono disponibili in italiano, tedesco e francese in versione pdf.

Rilevamento dei dati

Gli ospedali sono pregati di rilevare i dati sulla prevalenza tra aprile e giugno. I dati devono essere rilevati e registrati nel medesimo giorno per ogni singola stazione/reparto. L’intervallo temporale totale per il rilevamento dei dati di tutti i reparti di ogni ospedale non deve superare le due settimane.

La composizione dei team di rilevamento dei dati può variare da ospedale a ospedale. Si consiglia di affidare il rilevamento dei dati al personale addetto alla prevenzione e al controllo delle infezioni (PCI). I dati non dovrebbero essere rilevati dal personale addetto all’assistenza dei pazienti anche se possono supportare il team PCI in caso di necessità.

Per sicurezza, si consiglia di raccogliere i dati su moduli cartacei stampati e di inserirli nella banca dati elettronica.

Immissione/trasferimento dei dati

Per immettere i propri dati nella banca dati elettronica, ogni ospedale è tenuto a registrari nel portale PPS CH. Il centro di coordinamento verifica le richieste di registrazione, assegna il relativo codice e abilita l’ospedale richiedente, che riceve un’e-mail di conferma. Si consiglia di limitare il numero di persone che inseriscono i dati.

Feedback agli ospedali

Ogni ospedale partecipante può scaricare in qualsiasi momento un feedback individuale tramite la funzione "Valutazione" nel portale CH-PPS. Raccomandiamo che ogni ospedale scarichi sia il documento di feedback sia le tabelle Excel con i propri dati dopo l'inserimento completo dei dati. Non appena i dati sono disponibili per tutta la Svizzera, i dati anonimi e raggruppati vengono memorizzati sulla piattaforma CH-PPS. Inoltre, tutti gli ospedali ricevono un feedback individuale, che include il benchmarking con ospedali comparabili.