Il modulo

Le infezioni del sito chirurgico rappresentano le patologie piú frequenti associate all’assistenza sanitaria. Basterebbero alcune semplici misure per prevenirne una parte rilevante.

Le infezioni del sito chirurgico (ISC) si distinguono in superficiali, profonde, d’organo o cavità. A seconda dell’entità dell’infezione possono manifestarsi gravi conseguenze per il paziente. Le opzioni terapeutiche vanno dall’antibioticoterapia a breve termine, da sola, a piú operazioni secondarie con antibioticoterapia a lungo termine. Infine, il paziente potrebbe anche morire a seguito di un’ISC. L’applicazione di diverse misure preventive può ridurre nettamente il rischio.

Perché è necessario un intervento?

Da anni si attua in Svizzera un monitoraggio delle infezioni del sito chirurgico. Gli ospedali e i medici curanti vengono regolarmente informati sui tassi di infezione che si registrano nel rispettivo istituto. Nonostante ciò, i tassi di infezioni, considerati globalmente, non sono ancora scesi in maniera costante. Un rafforzamento di semplici misure preventive può contribuire a migliorare la situazione in molti ospedali svizzeri.

Quali sono gli obiettivi del modulo?

Un obiettivo importante è una compliance del 90% rispetto a tre elementari misure di prevenzione: tricotomia, disinfezione preoperatoria della cute e profilassi antibiotica. In questo modo, la percentuale di ISC potrebbe diminuire di almeno il 10% in due anni.

Che cosa include il modulo?

Il modulo punta a migliorare la struttura organizzativa per quanto concerne la prevenzione delle ISC negli ospedali partecipanti e a formare i loro collaboratori nell’applicazione diretta di tali misure. In piú, mira a ottimizzare la compliance rispetto ai tre elementi preventivi importanti (tricotomia, disinfezione preoperatoria della cute e profilassi antibiotica). A queste misure di intervento si affianca un monitoraggio periodico con feedback dei risultati agli ospedali partecipanti.